Feste di Paese

Le feste, organizzate dall’antichità, sono momenti di aggregazione, partecipazione e divertimento. Nei periodi invernali si festeggia al chiuso, in case, sale o altri luoghi, nei mesi primaverili o estivi all’aperto. Spesso si fa baldoria nelle Sale Feste a Roma; nella Capitale, ove l’aria ancora profuma di “ Dolce Vita”. Da sempre in ogni paese d’Italia, nel periodo primaverile ed estivo si svolgono feste caratteristiche. Spesso si hanno delle vere e proprie sagre.

 

Sagre e feste di paese

In alcune regioni tali eventi sono veri e propri eventi. Possono essere organizzate in occasione della festa patronale o in occasione del periodo di raccolta di alcuni ortaggi, o comunque prodotti tipici. In Puglia a Martina Franca, nel mese di luglio viene organizzata una festa che rievoca nelle contrade di campagna l’atmosfera gastronomica  che racconta le loro radici. Non mancano le luminarie le bancarelle.

 

L’intento è quello di ricreare un’esperienza agreste, rurale semplice. Alla sagra non mancano le pietanze tradizionali  assaporate con i vini bianchi tipici del territorio. Un altro evento di paese che si ricorda è quella di Sant’Antonio Abate nel Comune di Palestrina. Ogni anno a gennaio precisamente il diciassette , tutti gli abitanti del paese per tradizione dal mattino so presi da un’euforia contagiosa. Si ricrea un passato in cui i mulattieri avevano il compito di trasportare le merci di varia natura nei posti inaccessibili. La festa tra il sacro ed il profano si conclude con la benedizione degli animali e degli automezzi.

 

Si assiste ad uno spettacolo grandioso che ricrea un passato fatto di tradizioni semplici. Una delle tante regioni italiane che detiene il record delle sagre è la Calabria. In estate si può godere  di un paesaggio mozzafiato come quello montano della Sila, accompagnato da quello lacustre per i molti laghi, ivi presenti e quello marittimo si pensi a paesi come Scilla, Diamante, Tropea ed altri luoghi incantevoli. Contemporaneamente si può assistere ad eventi di fama internazionale come il “Festival del Peperoncino”, che si svolge in una località, la cui bellezza è racchiusa nello stesso nome: Diamante. L’evento ideato dal Dottor Monaco. Protagonista della festa come delle tavole calabresi , è il peperoncino.

 

La festa si svolge con la presenza di stand di prodotti tipici, sull’incantevole lungomare e nei borghi del paese. Le serate sono infuocate dalla presenza di vignettisti, trampolieri mangiatori di peperoncino e tante altre cose. Esiste un accademia del Peperoncino, con più sedi in Italia. Circa l’importanza del peperoncino sulle tavole italiane, sono organizzate rassegne e congressi medici. Tale evento risale al 1994; è tra le manifestazioni più importanti della Calabria e più conosciute in Italia e nel Mondo. I turisti presenti a Diamante nel mese di settembre, infatti sono di varia provenienza.

Nei quattro giorni della manifestazione, si respira una potremmo dire etnico piccante. Orbene le feste di paese, oltre ad essere una rievocazione del passato, per i cibi, per le rassegna, rappresentano un modo allegro di tramandare e far conoscere all’esterno i meravigliosi costumi del Bel Paese in tutto il Mondo.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment