Paese che vai, tradizione che trovi!

Paese che vai, tradizione che trovi… anche per i funerali. Qualsiasi sia la vostra decisione, se desiderate essere seppelliti o se preferite optare per una cremazione a Roma, leggete come si celebra il rito funebre nel resto del mondo. Balli, canti e gioia perché non sempre le lacrime sono l’unico modo per onorare chi non è più con noi.

Jazz a New Orleans

Sembra quasi banale dirlo, ma ce lo aspettavamo. Insomma siamo a New Orleans! Qui la cerimonia è un misto di gioia e dolore, accompagnato da buona musica.  La banda presente per l’occasione inizia con un repertorio nostalgico per diventare più allegro dopo la sepoltura del corpo. Per celebrare al meglio chi non c’è più, solitamente si accompagna il rito con una danza catartica volta a commemorare la vita del defunto.

La Mongolia e il Tibet

Patria dei buddisti che credono nella trasmigrazione dell’anima dopo la morte, che lascia il proprio corpo come se fosse un guscio vuoto, in Mongolia e in Tibet questa torna a far parte della terra, mentre il corpo ridotto in pezzi, viene deposto in cima ad una montagna e mangiato dagli avvoltoi.

Il funerale ecologico

È una pratica sempre più in uso negli Stati Uniti. La scelta ecocompatibile, che bypassa l’imbalsamazione e fa uso solo di materiali biodegradabili, è molto diffusa in America ove sono stati approvati quaranta cimiteri ecocompatibili.

Il rito in Madagascar

Conosciuto con il nome di “famadihana”, ovvero rotazione delle ossa. La tradizione prevede che ogni cinque/sette anni la famiglia in processione vada a trovare il defunto e, riesumato il corpo, lo cosparga con profumi e vino. Anche questo rito è accompagnato dalla musica e dal ballo dei familiari in presenza dello scomparso.

Il rito aborigeno in Australia

Molto particolare, infine, il rito aborigeno svolto nella zona a nord dell’Australia. Per prima cosa è importante, secondo tradizione, fare una cerimonia all’interno della stanza dello scomparso con tanto fumo, affinché lo spirito possa liberamente lasciare la casa in cui ha vissuto durante la sua vita.

 

Alla celebrazione, solitamente, prendono parte persone truccate che danzano e mangiano al cospetto del corpo posto in cima a una piattaforma. Quest’ultimo, dopo essere stato ricoperto interamente di foglie, viene lasciato lì fino alla naturale e lenta decomposizione. Usanza vuole che i liquidi rilasciati dal defunto siano un chiaro indizio riguardo il presunto assassino (ovviamente in caso di morte violenta).

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment